Chronos3 / Circuito Contemoraneo

La compagnia teatrale Chronos3 nasce nel 2011 dall’incontro dei registi Manuel Renga, Vittorio Borsari e Valentina Malcotti alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. 

Si dedica alla creazione di spettacoli di drammaturgia contemporanea con testi di grande attualità, (affidati a giovani autori come Emanuele Aldrovandi e Tobia Rossi) e viene ospitata nei più importanti teatri milanesi. Dal 2014 è socia del Teatro Libero di Milano e dal 2016 Manuel Renga ne è co-direttore artistico. Viene selezionata per più edizioni del bando NEXT di Regione Lombardia, circuitando in alcuni importanti teatri italiani. Nel 2016 riceve il finanziamento FUNDER35 di Fondazione Cariplo. 

Dal 2017 organizza la stagione Circuito Contemporaneo (prosa e musica) e Piccoli Passi sul palco (teatro ragazzi) a Brescia; allestisce site specific nel territorio del lago di Garda; dà vita alla Scuola di Teatro ACT per amatori e professionisti di diverse fasce d’età in provincia di Brescia.

Oggi la compagnia è diretta da Vittorio Borsari e dall’attore Valerio Ameli, che nell’anno della pandemia creano la rassegna digitale Circuito Contemporaneo Online.

Chronos3 collabora con Circuito CLAPS dal 2015, per le stagioni nelle sale di Toscolano Maderno, Carpenedolo e Brescia.

Gli spazi

Il nuovo auditorium può ospitare fino a 130 persone disposte su un unico piano. Recentemente ristrutturato sia nella struttura che nella dotazione tecnica, mette a disposizione delle compagnie un impianto luci, fonica e video con un numero e una varietà di proiettori notevole. Il palcoscenico è rialzato e misura 7m di larghezza per 5m di profondità; è dotato di fondale nero e sistema di quintatura all’italiana. Sono presenti 2 camerini per gli artisti e un piccolo foyer in cui solitamente si effettua la distribuzione dei biglietti e di eventuali materiali di sala. 

Vicino all’auditorium c’è possibilità di parcheggio. L’edificio è attrezzato per l’accesso i disabili con rampe e percorsi appositi.

Indirizzo: via Statale, 133, Toscolano Maderno (BS)

Il palazzo, di proprietà della famiglia Laffranchi, nel 1645 per lascito testamentario diviene prima ricovero per poveri, infermi e orfani e poi ospedale. Intorno al 1950 è riconvertito in casa di riposo. L’ultimo restauro risale agli anni tra il 1995 e il 1999, quando il Comune di Carpenedolo lo mette a disposizione della comunità. 

Ristrutturato al suo interno circa 20 anni fa sia nella struttura che nella dotazione tecnica, ha una sala teatrale posta al primo piano che può ospitare fino a 130 persone. Le misure del palcoscenico sono 7m di larghezza per 5m di profondità; è dotato di fondale nero e sistema di quintatura all’italiana.

Vicino all’auditorium c’è possibilità di parcheggio. L’edificio è attrezzato per l’accesso i disabili con rampe e percorsi appositi.

Indirizzo: Piazza Martiri Della Libertà, 5, Carpenedolo (BS)

ottobre, 2021

X