La parola ai partecipanti di CirkAround - Circuito CLAPS

La parola ai partecipanti di CirkAround

Al termine del progetto CirkAround, agli otto partecipanti è stato chiesto un feedback riguardante l’esperienza vissuta in prima persona nei grandi festival europei.

“Consiglierei di visitare Daki Ling come valido esempio di spazio culturale/artistico. Gli spettacoli che ho potuto vedere sono stati molto diversi l’uno dall’altro, in location differenti. “

“Consiglierei a tutti anche solo da spettatori di venire a Cratère: un festival che può avere grande budget e quindi può organizzare performance di alta qualità e di grande formato. Ho potuto vedere da dietro le quinte come si può organizzare un grande evento nel territorio, ma ho anche potuto assistere a uno degli spettacoli più belli e interessanti che ho mai visto.”

“Tutti gli spettacoli mi hanno emozionata, sono carichi di originalità ed energia, con tanti stili diversi e tutti di alta qualità. Alla fine di ognuno di essi mi sentivo arricchita. Esbaiola’t mi lascerà per sempre un segno nel cuore.”

“Ringrazierò per sempre per questa bellissima opportunità che arricchisce il mio lato di clown nel sociale. Abbiamo proposto un mix di giochi, esercizi e improvvisazioni clown e teatrali che arrivano dalle nostre esperienze di formazione. Una conferma che il circo e il teatro sociale sono uno strumento universale che ci permette di abbattere le barriere di ogni tipo, anche quelle linguistiche. L’esperienza Cirkaround in Polonia mi ha dato una luce in più.”

 “Tarrega: uno di quegli appuntamenti che una volta scoperti non vorresti mai più saltare.
Mi ha offerto la possibilità di riflettere sulle realtà europee essendo una fiera attraversata da diverse compagnie e reti internazionali.”

 “La partecipazione alla Fira Tarrèga è stata un’esperienza molto interessante, utile e immersiva. Vedere gli spettacoli che sono sul mercato in questo momento, la qualità, sono fonte di ispirazione e rafforzano la voglia di crescere e credere in questo lavoro.”

 “Tendenza Clown 2022 è stato come aprire una nuova finestra su un mondo che riesce ancora a sorprendermi e meravigliarmi. La possibilità di vedere artisti diversi per stile e messaggio mi ha ricordato ancora una volta il senso del mio lavoro.”

“Ho constatato, nuovamente, la necessità e la bellezza dell’esistenza di un festival di circo contemporaneo, e nello specifico di Tendenza Clown, in un periodo così difficile. A dimostrazione che il circo, l’arte, la cultura, sempre continueranno a mantenere attivo il brio della società.”

Durante l’esperienza al festival Tendenza Clown i partecipanti hanno avuto l’opportunità di presentare il proprio feedback, mettendo in campo ciò che hanno appreso nelle varie tappe nei maggiori festival europei.
Il feedback è avvenuto alla presenza di alcuni importanti operatori e istituzioni. Tra questi, Giuseppe Nuciari – membro della Commissione Circhi del Ministero della Cultura – e Luca Bellizzi Cerri, Delegato del Governo Catalano in Italia.
E’ stato un momento di condivisione e confronto che ha permesso di concludere al meglio il progetto CirkAround 2022.

venerdì 30 Settembre 2022
Tag: CIRKAROUND (20)
X