Milano Musica

Nasce nel 1992 con lo scopo statutario di “realizzare una presenza nel campo della musica contemporanea e concorrere allo sviluppo di nuove forme espressive”, ovvero far conoscere il ricchissimo repertorio della musica d’oggi e del Novecento, svolgendo l’importante funzione pubblica di sostegno alla nuova musica e di apertura a nuovi pubblici.

Dal 2010 estende la missione statutaria a progetti in cui la musica è strumento di sviluppo sociale e, in qualità di partner di Music Fund per l’Italia, promuove la formazione professionale nella riparazione e manutenzione di strumenti musicali e nel sound engineering nei paesi in via di sviluppo.
Giunto nel 2019 alla 28° edizione, il Festival Milano Musica – riconosciuto a livello internazionale tra le principali manifestazioni nell’ambito della musica d’oggi e realizzato in collaborazione con il Teatro alla Scala – programma brani di compositori contemporanei italiani e stranieri, accostati a grandi compositori del Novecento storico, e commissiona ogni anno nuove opere. Dal 2013 al 2019 il Festival ha rafforzato e ampliato significativamente l’offerta di concerti e spettacoli a pagamento (dai 12 del 2013 ai 24 del 2019) ospitando abitualmente i migliori interpreti, italiani e internazionali, specializzati nel repertorio contemporaneo e selezionati in relazione alle peculiarità delle scelte artistiche e ai legami consolidati con i compositori in programma.

Inoltre, l’impegno di Milano Musica per la valorizzazione della creatività emergente si realizza nel sostegno a giovani interpreti e compositori, attraverso occasioni di collaborazione e di esecuzione in spazi di primo livello, oltre che attraverso progetti di residenza artistica. È tra gli enti promotori del progetto multidisciplinare “IntercettAzioni”, di cui è capofila il Circuito CLAPS, selezionato da Regione Lombardia come Centro di Residenza per il Triennio 2018-2020.
Il Festival presenta ogni anno prime esecuzioni e commissioni, con partner europei quali Quatuor Diotima, Radio France, Wigmore Hall, Huddersfield Contemporary Music Festival, Philharmonie de Paris, Casa da Música, Festival d’Automne di Parigi, IRCAM – Centre Pompidou, Warsaw Autumn.
Le linee strategiche mirano allo sviluppo di progetti co-produttivi e co-finanziati, sul modello di altri festival europei, aprendosi a collaborazioni internazionali.

Milano Musica collabora stabilmente con le principali istituzioni culturali milanesi, con prestigiose orchestre, quali Filarmonica della Scala, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, e con i principali istituti di alta formazione musicale, in particolare il Conservatorio G. Verdi di Milano e l’Accademia Teatro alla Scala. Dal 2017 il Festival ha ulteriormente consolidato la collaborazione con il Teatro alla Scala, nel segno di una forte convergenza di scelte artistiche. Questa «virtuosa collaborazione», rinnovata nel 2018 con il Festival György Kurtág. Ascoltando Beckett, è stata riconosciuta dalla giuria del XXXVIII Premio Abbiati. La rilevanza internazionale del Festival è attestata anche dalla partecipazione negli anni di istituti di cultura e fondazioni di vari paesi europei che riconoscono tra i propri obiettivi il sostegno alla creatività contemporanea, quali Paul Sacher Stiftung, Goethe-Institut, Ernst von Siemens Musikstiftung e Institut français di Parigi.
Il pubblico del Festival è numeroso, competente e curioso, in costante aumento. Il rinnovamento dell’offerta, attraverso la sperimentazione di nuovi mondi sonori in aperto dialogo con le altre discipline, e la scelta di spazi non convenzionali per la musica colta favorisce l’ampliamento del pubblico.

Il Festival realizza inoltre un programma di attività collaterali progettato per la promozione e la formazione del pubblico: oltre a incontri con compositori, proiezioni, mostre e presentazioni, il Festival offre un’ampia proposta di progetti didattici rivolti a studenti di Scuole Superiori, Medie e Università.

A breve la lista completa

Ospita gli artisti in residenza presso il Conservatorio G. Verdi, l’Accademia Teatro alla Scala e Pirelli Hangar Bicocca (Milano).

X